Skip to main content
SEO

Creating a sound SEO strategy in 2021

By 10 March 2021No Comments

Creating a sound SEO strategy in 2021

Lo sapevi che le imprese spendono più di 65 miliardi ogni anno in SEO? Una strategia SEO efficace permette alle aziende di creare siti internet veloci, solidi e user-friendly, con un ottimo piazzamento sui motori di ricerca.

Come conseguenza le imprese acquisiscono diversi benefici come l’aumento della brand awareness, la creazione di nuovi contatti, l’aumento del conversion rate, il miglioramento dell’esperienza utente e il conseguente incremento della brand credibility.

Questo articolo offre una guida su come creare una strategia SEO efficace nel 2021.

Creare una strategia SEO efficace

Durante l’ideazione di una strategia SEO bisognerebbe concentrare la propria attenzione su tre aspetti principali:

– On-page SEO: si occupa dei contenuti della pagina e di come ottimizzarli per far loro ottenere una posizione migliore sui motori di ricerca.

– Off-page SEO: si occupa dei link diretti al nostro sito internet, provenienti da altri siti. Maggiore è il numero di backlinks che rimandano al nostro sito, maggiore sarà la sua credibilità agli occhi del motore di ricerca, in quale ne migliorerà la visibilità di conseguenza.

-Technical SEO: si tratta dell’architettura del sito.

Di seguito ecco 7 passi per creare un strategia SEO efficace.

1. Soddisfare le richieste dell’utente in fase di ricerca

Nonostante Google possegga più di 200 parametri per stabilire il ranking, il più importante fra questi è l’aiuto all’utente. In linguaggio SEO si parla di soddisfare l’intento di ricerca dell’utente. Questo può essere ottenuto in diversi modi, in primis è necessario determinare ciò che il nostro sito offre al pubblico. Si tratta di un e-commerce, di un sito di intrattenimento, oppure di uno di notizie?

In secondo luogo è importante identificare il target di pubblico a cui il nostro sito si rivolge – che genere di utenti vogliamo attrarre?

Dopo aver stabilito il perché e il chi, il passo successivo è il come.

2. Scegliere parole chiave che attraggano gli utenti verso i nostri contenuti

A questo punto è importante scoprire quali sono le parole o le frasi maggiormente cercate dagli utenti (reali o potenziali) del nostro sito.

Per scegliere quali keywords usare è utile tenere in considerazione quanto segue:

– usare parole chiave che siano correlate ai contenuti offerti. Evitare parole troppo corte o poco precise che possono generare competizione o attrarre il pubblico sbagliato. Ad esempio alla keyword acquista stivali è meglio sostituire acquista stivali invernali da donna.

-Utilizzare parole chiave con un alto numero di ricerche correlate. Per questa operazione ci si può aiutare con strumenti specifici quali, ad esempio, il Keyword Tool di Google.

– Utilizzare parole chiave a coda lunga (long-tail keywords). I dati dimostrano che queste keyword
più specifiche vengono consultate con un tasso del 3-5% superiore rispetto alle parole chiave “normali”. La loro caratteristica più interessante è quella di non avere una forte competizione, aumentando così le possibilità di un loro miglior posizionamento. Ad esempio, nonostante SEO sia un acronimo molto cercato, è difficile posizionarsi bene su Google tramite il suo utilizzo.
Per farlo è necessario creare contenuti ad esso legati, ottimizzare le immagini per SEO e creare una strategia specifica (come ad esempio questo articolo).

3.Investire in contenuti di qualità

Creare contenuti di qualità mantiene l’interesse dell’utente, al quale devono essere proposte soluzioni facili ai propri problemi, un contenuto visivamente accattivante e approfondito.
Un contenuto di qualità, infatti, non serve solo per un miglior posizionamento ma cattura l’utente.
Sebbene ogni contenuto pubblicato sul nostro sito aumenti la possibilità di apparire sui motori di ricerca, è bene ricordare che non è questo il suo scopo. Al contrario la cosa più importante è generare contenuti validi in modo che siano gli utenti stessi a notare i contenuti da noi pubblicati e a fidelizzarsi al nostro sito.

4. Sviluppare un piano di Link-building

Se si vuole creare una strategia SEO efficace sono necessari dei backlinks. I dati mostrano una relazione positiva fra i link e il posizionamento del sitop che li contiene sulla prima pagina di Google. Come accennato in precedenza un piano di link-building è essenziale per l’Off-page SEO, ovvero il processo di attrazione di backlinks verso il nostro sito da parte di siti esterni.

Per sviluppare un piano di link-building valido, bisogna capire come attrarre backlinks. Se si è agli inizi un buono modo per iniziare è quello di avere il link alla propria pagina all’interno di un sito di un’azienda locale, magari attraverso uno scambio reciproco. Un altro metodo da tenere in considerazione è quello del guest blogging. Si posso ottenere backlinks anche pubblicando contenuti originali su eventi e/o notizie recenti. In questo modo aumentano le possibilità che altri siti, bloggers o aziende aggiungano, all’interno dei propri siti, un link che rimanda al nostro.

5. Comprimere i media prima di caricarli sul sito

Questo è un passaggio molto importante in una buona strategia SEO. Google tiene in ottima considerazione contenuti visuali come video, immagini e infografiche. Attenzione però che, sebbene i contributi visuali abbiano un alto valore SEO, rischiano di compromettere l’esperienza utente, se gestiti in modo errato.
Quando un video risulta essere molto pesante, il browser internet avrà più difficoltà a caricarne il contenuto, rallentando di conseguenza la velocità del sito internet. Essendo la velocità di caricamento uno dei fattori più importanti per i motori di ricerca, comprimere i contenuti prima di caricarli permette al sito di essere più veloce, più fruibile e più in alto nelle ricerche Google.

Prima di caricare qualsiasi media, bisogna accertarsi del suo peso. Qualsiasi contenuto che superi 1 MB è troppo pesante e necessita compressione, è sempre meglio mantenere i propri file nell’ordine dei kilobites (KB). Esistono molti strumenti di compressione online che permetto di ridimensionare file senza perdita di qualità.

6. Condurre una valutazione tecnica

Si posso presentare diversi problemi che rischiano di inficiare l’esperienza dell’utente sul nostro sito internet. Essi includono link interrotti, errori sul server, metatags mancanti, problemi relativi al crawler o problemi di accesso. É buona prassi effettuare una valutazione tecnica per assicurarsi che il sito internet funzioni in modo corretto.

7. Controllare il risultato

Il SEO può risultare una pratica lunga e impegnativa. Dopo aver speso molto tempo e molti sforzi nella strategia SEO, è consigliabile controllare i progressi ottenuti. A questo scopo si possono utilizzare parametri quali il flusso di traffico organico e il rank della pagina per determinare il successo della propria strategia. Quanto traffico viene indirizzato verso il nostro sito tramite ricerche organiche? Come si posizionano le pagine del nostro sito nelle ricerche delle parole chiave che abbiamo selezionato?

Conclusioni

Come conseguenza del costante aumento di ore spese online dall’utente medio, oggigiorno, la SEO ha assunto un ruolo di importanza sempre maggiore. Pianificare e implementare una strategia SEO efficace diventa, perciò, un ottimo modo per generare nuove opportunità commerciali e per aumentare le vendite, consolidando contemporaneamente la credibilità online del proprio sito internet.
Google introduce modifiche e aggiornamenti su base pressoché giornaliera, è pertanto necessario aggiornare e implementare la propria strategia SEO di conseguenza. Una strategia SEO ideata nel 2018 potrebbe non funzionare nel 2021!

Can we help you? Chat