Salta al contenuto principale
CURIOSITÀECOMMERCENOTIZIEPROMOZIONI

Sconti online – cambia la normativa europea

Da 9 Giugno 2022Nessun Commento
Sconti online - cambia la normativa europea - copertina

Per tutti i titolari e gestori di e-commerce sono in arrivo importanti novità riguardo le modalità con cui applicare gli sconti online. Dal 28 maggio di quest’anno, infatti, è entrata in vigore OMNIBUS, una nuova Direttiva Europea atta a tutelare i consumatori.

L’obiettivo è infatti quello di fare chiarezza sulle modalità con cui vengono applicati gli sconti online da parte degli e-commerce, per evitare strategie di marketing fraudolente o comunque poco cristalline. 

Gli sconti online sono veramente sconti?

Una pratica commerciale ormai nota ai più, soprattutto nel periodo dei saldi, consiste nel far credere alla clientela di praticare sconti elevati, quando in realtà non è così. Gli ignari acquirenti pensano di aver fatto un affare, quando invece i costi iniziali vengono gonfiati e il prezzo scontato che sembra così conveniente non è altro che il prezzo originale del prodotto. 

La pratica, a lungo utilizzata nei negozi “fisici” e poi trasferitasi al web, è ovviamente scorretta ed è già stata da tempo regolamentata per i punti vendita a livello nazionale. Una legge al riguardo che coinvolgesse gli sconti online però ancora non esisteva, fino al 28 maggio 2022. 

La nuova normativa OMNIBUS

Per evitare pratiche commerciali scorrette è stata quindi introdotta una normativa europea che prevede una serie di regole e limitazioni riguardo gli sconti online. La parola d’ordine è trasparenza. 

In particolare, l’articolo 6 bis recita: 

  1. Ogni annuncio di riduzione di un prezzo deve indicare il prezzo precedente applicato dal professionista per un determinato periodo di tempo prima dell’applicazione di tale riduzione. 
  2. Per prezzo precedente si intende il prezzo più basso applicato dal professionista durante un periodo inferiore a 30 giorni prima dell’applicazione della riduzione di prezzo. 
  3. Gli Stati membri possono stabilire norme diverse per i beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente. 
  4. Se il prodotto è sul mercato da meno di trenta giorni, gli Stati membri possono anche stabilire un periodo di tempo inferiore a quello di cui al paragrafo 2. 

In altre parole, quando un e-commerce vuole proporre uno sconto su uno dei suoi prodotti, deve indicare entrambi i prezzi, quello di partenza e quella scontato, utilizzando la dicitura da – a. Inoltre, il prezzo di partenza deve essere il prezzo più basso che quel prodotto ha avuto negli ultimi 30 giorni. Non è ancora chiaro? Vediamo un esempio. 

Esempio pratico 

Il termine della stagione estiva rappresenta solitamente un periodo di grandi sconti online. Supponiamo che, per poter competere con le altre aziende, decidi di alzare il prezzo di un prodotto del tuo e-commerce da 100€ a 150€ due settimane prima dei saldi, per poi proporre il prodotto scontato a 75€.

Gli ignari clienti che si imbattono nella tua offerta penseranno quindi di trovarsi di fronte ad uno sconto online del 50% e che risparmierebbero 75€, quando in realtà lo sconto è di soli 25€. Con la nuova normativa OMNIBUS questo non sarà più possibile. 

Secondo le nuove direttive, infatti, il prezzo di partenza dello sconto deve essere 100€, ovvero il prezzo più basso che quel prodotto ha avuto nell’ultimo mese. La dicitura dovrà perciò riportare “da 100€ a 75€”. 

Altri casi di applicazione

La nuova direttiva non coinvolge solamente gli sconti online che utilizzano la formula da – a, ma è estesa anche agli sconti in percentuale, come ad esempio “tutto al -50%”, o “dal 20% al 40%”. Anche in questi casi, infatti, è necessario indicare il prezzo di partenza e quello finale per ogni singolo prodotto

Eccezioni

Esistono tuttavia dei casi eccezionali previsti dalla Direttiva Europea, come ad esempio:

  • fluttuazioni di prezzo non legati alla scontistica, come ad esempio un aumento dei costi della materia prima; 
  • codici sconto, programmi fedeltà e offerte personalizzate; 
  • annunci generici, senza indicazioni di prezzo, come ad esempio “prezzi bassi” o “prezzi scontati”;
  • offerte combinate come il classico “prendi 2, paghi 1”;
  • prezzi a confronto con quelli di aziende competitor; 
  • promozioni cashback;
  • prodotti che rischiano di deperire in tempi brevi, in questo caso la norma lascia ai singoli Paesi la possibilità di intervenire con leggi ad hoc. 

Un aiuto per il tuo e-commerce

La normativa OMNIBUS sugli sconti online è già in vigore ed è quindi fondamentale adoperarsi per metterla in pratica. Le multe per chi contravviene a queste nuove regole sono salate.

Per non incorrere in sanzioni e per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità e normative del web (non solo in materia di sconti online), il nostro consiglio è quello di affidarti ad un team di esperti. 

Digife è un’azienda formata da professionisti competenti e sempre aggiornati sulle novità e sugli eventi futuri, in modo da garantire un servizio preciso e soddisfacente, e capace di supportare il tuo e-commerce sotto tutti gli aspetti, compreso il rispetto di leggi e norme.

Contattaci per maggiori informazioni o per ricevere un preventivo per il tuo e-commerce. 

Possiamo aiutarti? Chat
Continue in browser
To install tap Add to Home Screen
Add to Home Screen
Sconti online – cambia la normativa europea
Installa ora la nostra web App. Non occuperà spazio sul tuo telefono.
Install