CURIOSITÀ

Le moderne fotocamere sono vulnerabili a ransomware e malware

Da 28 Agosto 2019 Nessun Commento

« Check Point Research ha rivelato che attraverso la porta USB e le connessioni alle reti WiFi, le moderne fotocamere sono vulnerabili agli attacchi di ransomware e malware.

 

Poiché le fotocamere moderne non utilizzano più la pellicola per catturare e riprodurre le immagini, l’International Imaging Industry Association ha messo a punto un protocollo standardizzato noto come Picture Transfer Protocol (PTP) per trasferire le immagini digitali dalla fotocamera al PC. Inizialmente focalizzato sul trasferimento delle immagini, questo protocollo si è evoluto per includere decine di comandi diversi che supportano qualsiasi aspetto, dalla ripresa di un’immagine dal vivo all’aggiornamento del firmware della fotocamera.

 

Check Point Research ha provato ad accedere alle fotocamere e sfruttare le vulnerabilità del protocollo per infettare il dispositivo. Durante la ricerca, Check Point ha utilizzato la fotocamera DSLR EOS 80D di Canon che supporta sia l’USB che il WiFi, e sono state riscontrate vulnerabilità critiche nel PTP. Dato che il protocollo è standardizzato e integrato in altre marche di fotocamere, Check Point ritiene che vulnerabilità simili possano essere trovate anche nelle fotocamere di altri produttori

 

“Qualsiasi dispositivo ‘smart’, compresa la fotocamera DSLR, è soggetto ad attacchi”, afferma Eyal Itkin, Security Researcher, Check Point Software Technologies. “Le fotocamere non sono più solo collegate alla porta USB, ma anche alla rete WiFi e all’ambiente circostante. Questo le rende più vulnerabili alle minacce, poiché gli aggressori possono iniettare ransomware sia nella fotocamera che nel PC a cui è collegata. Le foto potrebbero finire per essere tenute in ostaggio fino a quando l’utente non paga il riscatto per il loro rilascio”.

 

Ecco alcune cose che i possessori di fotocamere possono fare per evitare di essere infettati:

 

Assicurarsi che la fotocamera utilizzi l’ultima versione del firmware e installare una patch, se disponibile.

Spegnere il WiFi della fotocamera quando non è in uso.

Quando si utilizza il WiFi, preferire l’uso della fotocamera come punto di accesso WiFi, piuttosto che collegare la fotocamera a una rete WiFi pubblica.

 

Check Point Research ha informato Canon sulle vulnerabilità e le due aziende hanno lavorato insieme per correggerle. Canon ha pubblicato la patch di sicurezza in inglese e giapponese. »

 

 

#digife #website #website #ecommerce #ecommerce #webdesign #seo #digitalmarketing #graphicdesign #business #websitedesign #webdevelopment #webdesigner #branding #webdeveloper #socialmediamarketing #entrepreneur #startup #digital #malware #hacker #hacking #security #virus #cybercrime #antivirus #cyberattack #spyware

 

Fonte http://bit.ly/2MI39W6