NOTIZIESEOSICUREZZA

Negative SEO: come individuarlo sul proprio sito web

Da 3 settembre 2018 Nessun Commento

1 Definizione del termine negative SEO (o SEO negativa)

Il tuo sito improvvisamente ha perso numerose visite senza apparente motivo? Se si ricerca il nome tua azienda all’interno dei motori di ricerca, vengono mostrate pagine con testi in cinese?
Se hai risposto ad entrambe le domande in modo affermativo, molto probabilmente il tuo sito può avere subito un’attività di negative SEO (o SEO negativa in italiano).

Qual’è quindi la definizione di SEO negativa? È un’insieme di tecniche applicate ad un determinato sito web per fare in modo di ridurre il posizionamento all’interno della SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca) di un motore di ricerca (come ad esempio Google).
Queste tecniche possono essere applicate sia intervenendo direttamente sul sito (attività on-site) che esternamente (attività off-site). Vedremo nel dettaglio del paragrafo successivo, i diversi effetti che possono avvenire con questa tipologia di attività SEO malevola.

2 Pratiche più diffuse della negative SEO

Come anticipato nel paragrafo precedente, gli attacchi di negative SEO subiti da un sito web, possono essere sia direttamente sul sito web che attraverso “iniezioni esterne”.

Tra le tecniche più diffuse per rovinare la reputazione di un sito web, ci sono:

  • Creazione di spam all’interno del sito: Improvvisamente cercando il vostro sito web sui motori di ricerca, ti vengono mostrate le pagine della tua azienda con parole compromettenti come: viag**, ses** etc. ? Molto probabilmente avete subito un’attività di spam on-site (attività all’interno del sito). Questo significa che è stata compromessa la sicurezza del vostro sito web e chi ha applicato la negative seo, ha inserito parole compromettenti all’interno dei vostri articoli e pagine e le ha collegate a siti di bassa qualità. Ti consigliamo di applicare le migliori tecniche di sicurezza per proteggere al meglio il tuo sito web.
  •  Backlink innaturali (link in ingresso innaturali): Questa tecnica che avviene esternamente al sito web (off-site), è di difficile individuazione in quanto, apparentemente non ci sono errori ma improvvisamente il proprio sito web scompare dai risultati di ricerca e di conseguenza ci sono cali improvvisi di visite.I backlink innaturali si basano sulla creazione di numerosi link, provenienti da portali di scarsa qualità, che puntano verso il sito web di cui si vuole distruggere la credibilità all’interno dei motore di ricerca. Tale attività deve essere ben monitorata e controllata, perché altrimenti nel lungo tempo distruggerà l’autorità del sito web “vittima” e la conseguenza di essere “eliminati” da Google in modo temporaneo o definitivo perché non vengono rispettate le regole del motore di ricerca.
  •  Duplicazione di contenuti: Tra le tecniche di negative SEO, la duplicazione dei contenuti di un determinato sito web e la pubblicazione su altri è molto diffusa. Anche questa tecnica come la precedente, può generare “confusione” sui motori di ricerca, come ad esempio il declassamento della pagina originale rispetto alla precedente. Per prevenire nel lungo tempo la perdita di visite a causa di questa attività di SEO negativa, bisogna monitorare attraverso strumenti appositi l’eventuale duplicazione dei propri contenuti ed eventualmente segnalare ai motori di ricerca i siti web che li copiano.

Come individuare un attacco di SEO negativa

Riconoscere eventuali attività di negative SEO subite dal proprio sito web, non è di facile individuazione, ma ci sono alcuni elementi che possono essere monitorati:

  • Un’improvviso calo di traffico di ricerca: Nel caso in cui monitorando l’andamento delle visite all’interno del vostro sito web, notate un’improvvisa e drastica diminuzione delle visite, molto probabilmente avete subito attività malevole. Prima di allarmarvi, suggeriamo di fare ulteriori verifiche per accentarvi che non è legato al non corretto inserimento del codice di monitoraggio o ad un periodo di poche visite che si ripete tutti gli anni (come ad esempio per alcune tipologie di aziende la settimana di Ferragosto).
  • Perdita di posizionamento di parole chiavi all’interno dei risultati di ricerca: Se cercate il nome della vostra azienda o una determinata parola chiave (keywords) con cui comparite nei risultati di ricerca e non trovate corrispondenza con il vostro sito web, avete probabilmente subito un’attacco SEO. Le possibili evidenze di questo elemento possono essere: duplicazione di contenuti, link malevoli all’interno del vostro sito web o verso di esso.
  • Improvvisa comparsa all’interno dei motori di ricerca di contenuti non appropriati: Ricercando il nome della vostra azienda escono risultati in cinese o con parole non appropriate come: ses**, viag** etc.? Quest’attività di SEO negativa, solitamente viene applicata sia all’interno del sito che esternamente.  Comunemente vengono inseriti contenuti non appropriati all’interno del sito web e vengono applicate attività più mirate che ne compromettono la sicurezza.

Sospetti che il tuo sito web abbia subito
attività di Negative SEO?

Affidati alla nostra professionalità, saremo in grado di supportarti nell’individuazione e nell’eliminazione di attività malevoli.

Contattaci per una consulenza SEO