Zum Hauptinhalt springen
ECOMMERCENACHRICHTEN

Facebook: vale ancora la pena investire nella pubblicità?

Durch 31 März 2022Keine Kommentare
Facebook - copertina

Dal giorno in cui un giovane studente di Harvard di nome Mark Zuckerberg mette per la prima volta online il primo social network della storia, Facebook ha sempre visto crescere in maniera esponenziale il numero degli utenti iscritti. 

D’altra parte la forza di Facebook (e di tutti i social network che utilizzano la stessa formula) è proprio legata al numero sempre crescente di persone che interagiscono con quella piattaforma. Questo modello di business prende il nome di “network effect” e si basa sull’assunto che più persone fanno parte di una rete, più persone saranno incentivate ad entrare a far parte di quella rete. 

Negli ultimi anni, tuttavia, l’aumento di utenti che ha da sempre accompagnato il social network ha subito una frenata e, nell’ultimo trimestre del 2021, il numero di utenti è calato di circa 500.000 unità. E questo sembra essere solo l’inizio (della fine). 

Ma allora Facebook è ancora un canale in cui vale la pena investire per farsi pubblicità? Scopriamolo insieme. 

Facebook è ancora frequentato? 

Secondo i dati forniti da Facebook o, per meglio dire, Meta, alla fine dello scorso anno gli utenti attivi sulla piattaforma erano 2,8 miliardi, con oltre 1,84 miliardi di persone che quotidianamente pubblicano contenuti. In Italia, un italiano su due dichiara di utilizzare Facebook, principalmente da smartphone.

Nonostante il leggero calo di utenza, Facebook rimane il social network più utilizzato del mondo. Già solo questo dato dovrebbe rispondere alla domanda con cui abbiamo intitolato questo articolo. Alcune considerazioni sono però d’obbligo. 

Analizzando i dati in maniera approfondita, infatti, emerge che l’età media degli utenti di Facebook è tra i 25 e i 39 anni, con una forte presenza degli over 40. Questo dato fornisce due spunti di riflessione interessanti. 

Tendenze di oggi

In primo luogo è ormai chiaro come il padre dei social network non riesca a fare presa sul pubblico dei più giovani. I ragazzi sotto i 20 anni, infatti, preferiscono piattaforme come Tick Tack. Ciò rivela una tendenza che nei prossimi anni porterà sempre più utenti verso altre piattaforme. 

In seconda battuta però, è da notare che gli utenti con la più alta capacità di spesa sono gli adulti, ovvero la fascia di età che frequenta ancora Facebook. Perciò, finché quest’ultimo sarà fittamente popolato, come lo è adesso, continuerà a presentare ottime possibilità a livello pubblicitario. 

Tendenze future

Ad oggi, possiamo dirlo, Facebook è ancora il miglior canale per farsi pubblicità, ma è fondamentale riuscire a prevedere quali saranno le tendenze del futuro, per farsi trovare impreparati dai cambiamenti. 

Come accennato in precedenza, i giovani utenti che scelgono di iscriversi ad un social network, optano per piattaforme più appetibili alla loro giovane età, TikTok su tutti. Nel lungo periodo questo porterà ad uno spostamento da Facebook, che a dire la verità è già cominciato, verso altre piattaforme. Bisognerà perciò continuare a monitorare l’utilizzo di tutti i maggiori social network sul mercato, per anticipare eventuali opportunità commerciali. 

Un altro aspetto da tenere in considerazione riguarda le nuove regole sulla privacy implementate dai colossi del web come Google e Apple (di cui abbiamo già parlato Hier). Queste nuove regole, che consentono ad un utente di scegliere se e quando farsi tracciare, vanno in contrasto con il modello di business di Facebook, il quale si basa pesantemente sulla pubblicità mirata. 

Nella pratica, ciò significa che gli annunci pubblicitari su Facebook sono meno accurati, poiché vengono tracciate meno persone. Sarà perciò compito di Zuckerberg trovare una soluzione per ovviare a questo problema. E noi staremo a guardare.  

Infine, gli esperti del settore sono convinti che il futuro del web sarà costituito dal Metaverso, su cui Zuckerberg sta investendo fortemente, in quanto suo principale promotore. Anche in questo caso le possibilità commerciali sono vaste, ma tutte da scoprire. 

Per ora…Facebook 

I segnali ci indicano che nel futuro non troppo remoto le cose cambieranno. Tuttavia, oggi, Facebook rappresenta ancora la soluzione migliore per un e-commerce che voglia fare pubblicità sui social. 

I motivi sono già stati in parte sviscerati: la sua popolarità, in calo ma ancora intatta, e la fascia di età dei suoi utenti. In aggiunta, Meta ha acquistato altre due piattaforme, Instagram e Whatsapp, che aggiungono valore e possibilità commerciali alle inserzioni pubblicitarie su Facebook

La strategia più interessante del momento a livello commerciale è infatti quella del marketing omnicanale, che consente ad un’attività commerciale di raggiungere i propri clienti (e quelli potenziali) attraverso diversi canali, sia dal vivo che online. L’obiettivo è quello di costruire una presenza sul web solida e costante e, a 18 anni dalla sua nascita, Facebook è ancora la soluzione migliore. 

C’è chi dice che Facebook è morto? Lunga vita a Facebook.

Können wir dir helfen? Plaudern